Sono su Instagram @alememefairykiss

domenica 4 marzo 2012

Il pranzo della domenica

Oggi non mi son persa più di tanto cucinando.
Ieri sera ho preparato il ragù e un dolcetto che vi mostrerò perché sapevo già che stamattina avrei fatto una spedizione..
..al vivaio!
Yuhuuu!
La primavera si sta svegliando e con lei la mia voglia di toccare terricci e piantine varie. Ho un cortiletto (molto etto eh,) che senza neanche una piantina sembra più brutto e triste di quello che è. Ho preso solo tre piantine per ora, tra qualche settimana ci torno e compro qualcos'altro (ho anche una wishlist del giardinaggio io. Non mi faccio mancare niente). Ho preso una lavanda angustifolia (sapete quanto le ami, anche l'anno scorso ve ne ho parlato..), un'edera e un bosso (gli arbusti che si usano per fare cespugli, siepi). Mi sono anche guardata in giro e ho visto il gelsomino, la passiflora che mi piacciono tantissimo..
Torniamo al pranzo.
Questo qua sopra è un gateau di mele ("mavvà? c'è scritto furba", direte voi) e la ricetta l'ho presa da un Tu di qualche anno fa. Quando trovo delle ricette che mi piacciono ritaglio la pagina e la incollo nel mio quadernino delle ricette. Per la prima volta ieri l'ho fatta apportando, come sempre, qualche modifica. Ecco la ricetta e il procedimento originali.

Ingredienti:
800 gr mele renette (io ho usato 3 golden verdi, che trovo più aspra)
120 burro
110 zucchero
2 cucchiai di Calvados (che io non ho e ho sostituito con del vino bianco, non so se ho fatto bene ma il risultato è stato ottimo quindi..)
4 cucchiai di latte (che io non ho messo)
2 uova
cannella in polvere
180 farina (ho fatto metà-metà con la maizena)
lievito (ne ho usato mezza bustina)
scorza di mezzo limone
sale (che non ho messo)

Preparazione:
Sbuccia le mele a spicchi. Cuocine la metà con 20 g di burro e 50 g di zucchero: quando inizia a caramellare bagnare col Calvados.
Spegni e frulla con un pizzico di cannella. Sbatti le uova con 50 g di zucchero, la scorza di limone, il sale. Incorpora la farina, 2 terzi di lievito, 90 gr di burro fuso, il latte e le mele frullate. Versa in uno stampo imburrato di 24 cm, livella e inserisci a raggiera gli spicchi rimasti. Cuoci per 50' in forno caldo a 180°C. Sforna e cospargi con lo zucchero rimasto.


Ovviamente fatemi sapere se la rifarete. Vi assicuro che è squisita. La maizena rende la pasta sofficissima e leggera. E poi la torta di mele è sempre la torta di mele!
A presto!

7 commenti:

  1. Mmmmh, che buona la torta di mele! Anch'io oggi ho fatto le tagliatelle (ho aggiunto anche della farina integrale!) - e mi piacciono molto lavanda ed edera! :)

    RispondiElimina
  2. buona la torta di mele, se fosse per me la mangerei sempre..si e poi sai la ciccia!!! La tua è venuta bella soffice...Ti suggerisco di comprare il gelsomino, che profumo!!!!!! Ciao

    RispondiElimina
  3. @Desert Rose: anche io ne vado matta!
    @Ivana: E' per questo che vorrei il gelsomino, il suo profumo è adorabile.

    RispondiElimina
  4. io adoro la torta di mele, e per la mia colazione mi preparo sempre una ventina di muffin alle mele, per la settimana, mica le mangio tutte in una volta!

    RispondiElimina
  5. Quel ragù sembra la fine del mondo...!

    RispondiElimina
  6. Più che "Il pranzo della domenica" dovresti intitolarla "L'attentato alla linea della domenica"!! XD
    Le tue foto sono sempre molto piacevoli da guardare e da... assaporare!!

    RispondiElimina
  7. Ma daiii, ce l'ho anch'io la ricetta presa da "TU"...e la faccio pure molto spesso, è buonissima! Per quanto riguarda le piante...dai, pianta pianta che poi vediamo il tuo bel giardinetto! Sono tentata dai vivai anch'io in questi giorni ma....devo darmi una regolata...non ho più spazio per niente! Un bacione e buona giornata, Anna

    RispondiElimina

Grazie mille per il vostri commenti!!♥

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...